POIS mania ⚪️🔴⚫️

Erano i primi anni 60 e Mina cantava “Una zebra a pois”…

Ecco, oggi avevo voglia di parlare di POIS , tessuto antichissimo che ha segnato un’epoca e continua a farlo.

Ma vediamo insieme come nascono i pois.

Nacquero in Europa nel medioevo ma fino al XVIII secolo non venivano utilizzati perché associati a tutte le malattie contagiose della pelle come il morbillo,vaiolo, peste bubbonica.

Ebbero un exploit durante il periodo rinascimentale al livello cosmetico.

Infatti le donne utilizzavano dei “pallini” di stoffa nera che applicavano in volto per mascherare dei difetti. Questa tecnica è chiamata Moucheron.

Il primo tessuto a POIS venne visto dopo il XVIII secolo quando si volle un po’ liberarsi dai pesanti tessuti broccati per fare spazio alla leggerezza e alla modernità.

Anche se questo tessuto spopolò grazie ad una danza, la POLKA, ballo tipico della Cecoslovacchia che prese subito piede in America. La mania per questo ballo diede il nome al Polka Dot Pattner e fu subito Pois mania.

Dai cappelli alle cravatte, dalle gonne agli abiti e i foulard, e anche se la Polka passò di moda il tessuto continuò ad avere successo e fu fonte di ispirazione per molte icone come Marilyn Monroe, Brigitte Bardot, Audrey Hepburn ma anche per molte donne comuni.

Risale a quegli anni la nascita del personaggio di Minnie, che indossava vestito e fiocco a pois.

Da allora i Pois non si sono mai fermati,stampati negli abiti delle pin up, passando per le bluse anni 60 e le camicie con spalline anni 80, e presenti sulle attuali passerelle di molti stilisti.

Chiaramente di pari passo alla moda,il pois è stato utilizzato in campo artistico, molti pittori e designer hanno appunto realizzato opere valorizzandolo.

Il pois resterà per sempre un tessuto che mette allegria e spensieratezza, e non passerà mai di moda!!!

Advertisements